Traduzione intervista a Ian Somerhalder

Stefan: Damon!
Damon: Ciao fratellino!

Domanda: Che cosa succede con Damon? Cosa gli ha fatto Stefan per fargli giurare che lo farà soffrire?
Ian: Ad un certo punto per una qualche ragione, Stefan smette di nutrirsi con il sangue, perlomeno quello umano e ciò crea un’enorme spaccatura nella nostra relazione. Ci ritroviamo su due livelli differenti di potere, e nello specifico sono io quello che ne ha di più e soprattutto scopriamo di avere delle abitudini diverse.
C’è però una cosa molto importante da dire riguardo a Damon e Stefan e cioè che c’è un legame davvero profondo tra di loro. Stefan odia Damon perché più di una volta si è comportato male ed è stato duro, ma Damon vuole bene al suo fratellino. Stefan è l’unica persone al mondo che capisce Damon. Sono passati attraverso tante cose insieme. Gli vuole bene e il suo fratellino gli manca. Lo fa arrabbiare ma lo ama, cosa che succede sempre, anche se non in maniera convenzionale.
Stefan: Cos’hai in mente, Damon?
Damon: Questo lo so io… Tu puoi solo.. puntini.. puntini…

Domanda: Da chi hai preso ispirazione per prepararti ad interpretare Damon?
Ian: Diciamo che sono fonti di ispirazione da fan. Nel senso che guardi attori come Jack Nicholson e pensi che ha sempre qualcosa chi gli passa per la testa. E non riesci nemmeno lontanamente ad immaginarti cosa possano essere. Di certo sai che non sono cose positive.
Domanda: Spero che Damon non finisca per essere solo il cattivo della situazione. Tu pensi che potrebbe redimersi?
Ian: Damon sarà per sempre il cattivo? Non credo che qualcuno possa essere sempre cattivo. Ci sono diverse versioni della cattiveria e dipende anche dalla prospettiva in cui ti trovi quando la analizzi. Ma Damon ha delle ragioni per ogni cosa che fa. Vedrete sicuramente dei nuovi lati della sua personalità, ma di certo non credo sia “quello conosciuto come il cattivo ragazzo”.
Stefan: Katherine è morta. E tu mi odi perché ne eri innamorato. E mi stai torturando perché la ami ancora.
Domanda: Ci sono delle corrispondenze tra te e Damon?

Ian: C’è un sacco di Ian in Damon e questo fa sì che i confini tra realtà e fantasia vengano superati. Quando però mi ritrovo truccato da vampiro, soprattutto negl’occhi, lì si che mi rendo conto di quanto posso diventare una persona diversa. E mi sono accorto che ci sono delle persone che mi trattano in maniera più gentile, perché non vogliono avere problemi con me.
Domanda: Come fa Damon a controllare la nebbia?
Ian: Qualcuno mi ha detto che erano anni ed anni che la propagava. Seriamente, hai così tante cose per la testa, sei vivo da quasi due secoli e realizzi di avere questi super poteri e che sono davvero forti. E’ ovvio che ne approfitti. Non è la pratica che rende perfetti. E’ la pratica che è perfetta.
Stefan: Il corvo è un po’ troppo, non ti pare?
Damon: Aspetta di vedere cosa posso fare con la nebbia…

Domanda: Quali poteri e debolezze ritroveremo nei vampiri di questo programma?
Ian: Allora Stephanie, le mitologie riguardo ai vampiri sono sempre piuttosto simili. Una delle differenze è che noi abbiamo questo anelli di lapislazzuli che ci dà l’opportunità di andare in giro di giorno. Il che ci rende meno attaccabili, la gente non esce di notte, quando c’è buio.
Elena: Va bene, entra pure.
Ma le cose più divertenti riguardano l’aglio e l’acqua santa. L’aglio posso mangiarlo e posso bere l’acqua santa. La cosa che trovo davvero interessante è guardare il film “Lost Boys”, e lo guardo ogni mese, e rendermi conto che a loro l’aglio e l’acqua santa creano davvero dei problemi. Non vedo l’ora di girare una scena in cui entro in un ristorante e ordino del pollo alla cubana con doppio aglio. Le cose più fighe nel copione sono quelle. Cose che solo i due fratelli possono capire.
Damon: Sono stato invitato ad entrare. E tornerò domani notte, e anche quella dopo. E farò… con la tua piccola cheerleader tutto quello che voglio, perché è normale.. per me.

Traduzione a cura di Cla e Kazami_11. E’ vietata la riproduzione anche solo parziale senza i dovuti crediti al sito e alle traduttrici

3 Risposte to “Traduzione intervista a Ian Somerhalder”

  1. »ßi@m« Says:

    Ahhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhh che bella la risposta alla prima domanda *___________*

  2. concordo in pieno Bi@m…!

  3. hahahahahaha questa intervista è stupenda e amo questa parte:

    Ian:Ma le cose più divertenti riguardano l’aglio e l’acqua santa. L’aglio posso mangiarlo e posso bere l’acqua santa. La cosa che trovo davvero interessante è guardare il film “Lost Boys”, e lo guardo ogni mese, e rendermi conto che a loro l’aglio e l’acqua santa creano davvero dei problemi. Non vedo l’ora di girare una scena in cui entro in un ristorante e ordino del pollo alla cubana con doppio aglio. Le cose più fighe nel copione sono quelle. Cose che solo i due fratelli possono capire.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: