Intervista a Lisa J Smith

By the Book Reviews è stata abbastanza fortunata nel avere la possiblità di parlare con la scrittrice L.J. Smith. I libri della Smith si inseriscono perfettamente nell’attuale pazzia sui vampiri ma in realtà sono in giro da un bel po’! La sua saga, I diari del Vampiro, è stata trasformata in uno show televisivo per la rete CW e nuovi libri stanno per arrivare! Ecco cosa ha da dire L.J. Smith sulla sua saga, la serie tv e sulla scrittura!
BTB: Perché pensi che i lettori siano così attratti dal mondo dei vampiri?
Smith:
Ho molte teorie sull’argomento. Una è che leggendo un libro su un vampiro – almeno un libro nel quale ci sia un vampiro romantico – sia come fare una corsa sulle montagne russe. Si può essere impauriti mentre si sale fino in alto: si può urlare mentre ci si butta a capo fitto verso il basso, mentre ti pieghi e rotei inaspettatamente, ma in ogni momento sai nel profondo che non ti ucciderà.
I vampiri inoltre hanno uno strano fascino. Spesso vengono ritratti come dei bellissimi esseri inumani. Dato che alcuni di loro sono veramente vecchi, hanno avuto il tempo di adattarsi al loro corpo, e non fanno mai un movimento che non sia pieno di grazia o preciso. E dato che il vero obiettivo dell’esistenza di questi vampiri sia di mettere le mani su di te, loro hanno imparato ad essere attraenti verso gli esseri umani il più possibile.

Inoltre credo nella teoria della redenzione. Penso che molti di noi vogliono credere che tutte queste creature delle tenebre dalla bellezza gloriosa e glacialità innata possano avvicinarsi un po’ alla luce attraverso l’amore di una simpatica ragazza umana.
BTB: Cos’è che ti ha ispirato per iniziare a scrivere sui vampiri?
Smith:
Non sono stata ispirata, sono stata ingaggiata! Una casa editrice mi chiese di scrivere una trilogia sui vampiri. E l’ispirazione arrivò! Immediatamente mi son messa a leggere le storie classiche sui vampiri, e presto ho capito che volevo che i I diari del Vampiro non fosse come un qualsiasi libro scritto fino a quel momento – che ci fosse un vampiro riluttante – ma con uno che non voleva essere una creatura delle tenebre, ma che la sua natura non lo poteva aiutare. Ed ecco che Stefan è venuto alla luce. Quando ho aggiunto Elena e Damon al mix ho scoperto che mi sarei potuta innamorare di tutti e tre i personaggi.
BTB: I tuoi personaggi sono ispirati a qualcuno che conosci?
Smith:
Alcuni si, altri no. Mi piace osservare le manie delle persone e usarle per i miei personaggi – come il modo di tintinnare di Matt Honeycutt quando vuole dire qualcosa di importante. E’ un aspetto che appartiene alla vita reale di un ragazzo che ho conosciuto – e nonostante abbia letto il libro non ha mai fatto il collegamento! La maggior parte dei miei vampiri, streghe e altre creature soprannaturali, ovviamente non sono basate sugli umani. Generalmente nascono mentre sto scrivendo, e posso vederli sempre più chiaramente tutte le volte che scrivo e penso a loro.
BTB: Qual è stata la tua reazione quando ci sono stati i primi tentativi di trasformare i diari del vampiro in uno show televisivo?
Smith:
Ad essere onesta, all’inizio ero molto cauta nell’avere delle buone speranze. Ero già stata coinvolta in questo tipo di cosa prima e non c’è mai stata una serie televisiva o un film. Ma è diventato subito chiaro che questo era differente – e poi ancora cercavo di controllare le mie speranze. Non ero sicura di come l’america avrebbe accettato i Diari del Vampiro. Ma piano piano ne sono diventata orgogliosa e grazie a Dio niente è andato storto.
BTB: Cosa ne pensi dei cambiamenti che la serie ha fatto rispetto al libro?
Smith:
Mi piace tutto ciò che i produttori dello show hanno fatto, e penso che la serie sia fantastica. Ho superato la domanda Elena bionda o Elena bruna? Dopo tutto Elena è solo Elena. E come ha detto Kevin Williamson c’è una grossa differenza tra cinque libri e un intera stagione televisiva e lo spirito del libro è onorato all’interno di essa. I libri e la serie tv sono due modi differente di raccontare una storia.
BTB: Qual è il consiglio più importante che ti senti di dare agli scrittori emergenti?
Smith:
So che lo avrete già sentito in precedenza, ma scrivere qualcosa ogni singolo giorno è l’unico modo per espandere le proprie qualità e che ti da ispirazione. Non devi avere un soggetto in testa quando poggi la penna sulla carta. Tutto quello di cui hai bisogno è costringerti a scrivere qualche frase – su ciò che ti è accaduto quel giorno, sui tuoi sentimenti….su qualsiasi cosa. Se continui a scrivere improvvisamente ti puoi ritrovare a scrivere una storia divertente o ricordare un idea che avevi avuto all’inizio della giornata. Scribacchia le tue idee per un romanzo o una descrizione di quanto ti sei divertito Sabato. Provalo – funziona!
BTB: Quali scrittori ti hanno ispirata?
Smith:
Troppi per poterli menzionare! In questi giorni ho letto per la maggior parte classici e molta critica letteraria (a volte per una ricerca, altre per piacere). Prima di iniziare a scrivere i Diari del Vampiro, non avevo mai letto un libro sui vampri. Ma quando fui ingaggiata per scrivere la trilogia, naturalmente, ho letto Dracula e qualsiasi cosa potevo trovare su internet riguardo i vampiri “reali”. Ma ti posso dire di uno scrittore moderno che mi ha ispirato: Terry Pratchett. Adoro i suoi libri! Ogni suo testo estende ulteriormente la mia immaginazione. Per me, è lo scrittore più divertente e dotato de nostri gorni.
BTB: Attualmente stai lavorando su qualche nuovo progetto?
Smith: Oh si! Ho appena iniziato a scrivere il terzo libro nella nuova Vampire Diaries Trilogy, intitolato Midnight. Il secondo libro di questa trilogia, Shadow Souls, uscirà a Marzo 2010 [USA]. E poi sto lavorando sull’ultimo libro della saga Night Worlds, intitolato Strange Fate che ancora non ha una data di pubblicazione. Inoltre ho nel cassetto un libro intitolato Brionwy’s Lullabies, che è ambientato in un mondo dominato dai draghi. E naturalmente spero anche di scrivere qualche altro libro di Vampire Diaries!

fonte

Traduzione a cura di LaRoja è vietata la riproduzione anche solo parziale, senza i dovuti crediti al sito e al traduttore

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: